Arredare con gusto e creatività un bagno piccolo: qualche idea per te

Spesso le case con metrature più elevate, specialmente costruite qualche decennio fa, hanno nella pianta un bagno piccolo di servizio, dalla metratura molto contenuta.

Se stai decidendo di ristrutturare e non sai se mantenerlo o eliminarlo per distribuire meglio gli spazi, potrebbe essere utile considerare qualche idea per arredarlo al meglio e decidere, perché no, di tenerlo!

Percezione: la nostra miglior alleata

Se è impossibile ingannare la fisica e alterare i volumi di un bagno con una metratura molto contenuta, si può però ingannare la percezione visiva facendo in modo che, all’occhio dell’osservatore, il bagno appaia più grande e arioso. In questo modo, si eviterà quell’effetto claustrofobico che spesso si ha nei bagni piccoli, con quella sensazione di disagio e urgenza di uscire. Chi di noi non l’ha mai sperimentata, soprattutto nei bagni dei locali pubblici che, per forza di cose, hanno a disposizione metrature molto limitate?

Ci sono alcuni trucchi, dunque, da tenere a mente per dare a un bagno piccolo la massima funzionalità coniugata con eleganza e ariosità.

Innanzitutto, può essere una buona scelta montare mobile lavabo, sanitari e altro mobilio sospesi. In questo modo i volumi sembrano minori, pur garantendo la completa funzionalità del bagno. Anche qui entra in gioco la percezione: più pavimento sarà a vista, e più il bagno sembrerà grande.

Mobile Artesi, rubinetteria Palazzani - Cersaie 2018

Mobile Artesi, rubinetteria Palazzani – Cersaie 2018

Un’idea pratica per sfruttare al meglio gli spazi è, inoltre, usare una porta scorrevole: in questo modo si eliminerà l’ingombro della porta ed entrare e uscire dal bagno sarà facilissimo.

Rivestimenti: piastrelle, pittura o microtopping

È bene, poi, sfruttare la percezione anche per la scelta dei rivestimenti per il pavimento e le pareti. Quelle ideali sono piastrelle grandi e rettangolari, che allargano la prospettiva e la via di fuga dell’occhio dando più respiro e ampiezza al locale. Si possono usare le stesse sia per i pavimenti che per le pareti. Con eventualmente un’eccezione per il piano del lavabo (sospeso!) che può avere un guizzo di creatività con piastrelle con disegni floreali o maioliche.

Una buona idea, poi, è evitare che i rivestimenti arrivino fino al soffitto: limitare le piastrelle fino a una certa altezza e poi usare una buona pittura idrorepellente aiuta a dare brio e movimento al bagno.

In alternativa, si può usare il microtopping, un materiale composto da un polimero e una miscela cementizia che crea un rivestimento omogeneo e impermeabile, senza alcuna fuga. Una buona soluzione se si decide di ristrutturare un bagno piccolo con un budget limitato in alternativa alle classiche piastrelle.

doccia walkin

Qualora lo spazio lo permetta, la doccia in un bagno piccolo deve essere ben progettata. In particolar modo, in modo tale da non chiudere i volumi ed evitare di appesantire il ritmo del bagno. In questo caso può essere assolutamente da prendere in considerazione una doccia walk-in con una chiusura in cristallo trasparente a scorrimento, che darà così l’impressione che i volumi della stanza siano perfettamente equilibrati.

Colori per un bagno piccolo: quali usare?

La scelta dei colori per pavimenti, rivestimenti o pitture è fondamentale, per dare al tuo bagno piccolo il miglior effetto visivo possibile. Come sai, ci sono colori che “allargano” visivamente l’ambiente ed altri che lo “rimpiccioliscono”. In questo caso, viste le dimensioni ridotte della stanza da bagno, è necessario scegliere colori che allarghino l’ambiente. L’ideale è puntare sui cosiddetti “colori freddi”. In pratica sono i colori che rilassano chi li osserva.

Utilizzando i colori freddi per pavimenti e rivestimenti, infatti, la stanza sembrerà più grande di quanto non sia in realtà. Sono quindi indicati:

  • il blu e l’azzurro ed alcune loro sfumature;
  • il verde ed alcune sue sfumature;
  • il bianco è praticamente perfetto, ma attenzione a evitare la sensazione da “ospedale”.
  • il grigio chiaro.

Ricorda infine che oltre ai colori si deve scegliere l’illuminazione adatta. È importante che sappia valorizzare al meglio sia gli arredi che i volumi più contenuti del bagno esaltandone le linee essenziali e funzionali.