Come pulire e sbiancare la vasca da bagno (e i sanitari) in modo naturale

Come sbiancare efficacemente le ceramiche del bagno? È sicuramente uno dei quesiti più frequenti quando si tratta di manutenzione ordinaria della propria casa. Calcare, residui di sapone e di epitelio, ruggine o tracce di cosmetici: sono tante infatti le cose che possono macchiare e rovinare lo smalto dei sanitari, della vasca o del piatto doccia.

Solitamente siamo abituati a pulire tutto con i detersivi in commercio, che hanno sempre più formulazioni adatte a ottenere il massimo risultato con la massima delicatezza su superfici e pelle – anche se è buona norma usare i guanti ogni volta che si usano questi prodotti.

Ma non sono gli unici rimedi, ce ne sono anche di interamente naturali che hanno un impatto minore sull’ambiente. Vuoi sapere quali? Continua a leggere!

Aceto e bicarbonato, due utilissimi alleati per la pulizia dei sanitari

L’aceto e il bicarbonato: sono due ingredienti fondamentali per chi vuole pulire le proprie ceramiche sanitarie in maniera naturale.

Ma non sono gli unici! Anche svariati oli essenziali adeguatamente diluiti possono essere utili per disinfettare e deodorare i sanitari e la vasca.  Ad esempio, l’olio essenziale di tea tree ha un’azione disinfettante, mentre l’olio essenziale di trementina o di menta possono aiutare a deodorare i sanitari.

Lavandino

L’aceto, di vino bianco o di mele – più delicato, come tutti sanno è un leggero acido e uno sgrassante. Questo è infatti il motivo per cui viene usato in alcuni detersivi per i piatti. È molto utile, quindi, per eliminare i residui di calcare, che come sappiamo è una sostanza composta per lo più da carbonato di calcio. Per fare ciò, è sufficiente riscaldare un po’ in un pentolino l’aceto quindi bagnare una spugnetta morbida o uno straccio e strofinare. Quindi risciacquare con acqua corrente o con un panno umido e asciugare con un panno in microfibra.

Il bicarbonato, invece, ha una notevole azione pulente e sbiancante. Mescolato con un po’ d’acqua crea una pasta morbida che, con l’aiuto di una spugnetta o di un panno, restituirà velocemente brillantezza alle ceramiche. Un metodo semplice e veloce per sbiancare le proprie ceramiche da bagno!

Ceramica acrilico o pietra, ogni materiale ha il suo detergente adatto

La ceramica usata per i sanitari è un materiale molto resistente. Tuttavia, con un’azione abrasiva troppo forte, può anch’essa subire dei graffi che ne compromettono l’estetica.

Ogni prodotto va usato delicatamente e per i tempi indicati nelle confezioni, insistendo con ulteriori applicazioni solo quando necessario per sbiancare le macchie ostinate come la ruggine.  Inoltre è bene lasciar agire il prodotto per qualche minuto per ammorbidire le macchie e farle venir via con più facilità.

Ma non tutti i prodotti possono essere usati ovunque! Come abbiamo detto, l’aceto è un acido e il suo uso deve essere attentamente valutato se si hanno rivestimenti in pietra. L’azione acida può infatti macchiare o togliere brillantezza ottenendo così l’effetto opposto a quello che vorremmo!

Ecco perché è sempre bene non improvvisare. Consigliamo sempre di chiedere a chi ci ha venduto o installato i materiali quali detergenti sono più indicati per sbiancare le ceramiche affinché il nostro bagno abbia una lunga e brillante vita!