Cucine color pastello: un trend chic dall'Europa del Nord

I nuovi trend per le cucine vengono dal Nord Europa: colori pastello al posto del bianco minimalista, del colore laccato e del legno al naturale. Rosa quarzo, antracite, azzurro o verde menta, le possibilità sono tante e ognuna, inserendosi nel giusto contesto casalingo, potrà donare alla tua cucina una nuance innovativa, fresca e allegra.

Ma come combinare al meglio materiali e colori? Continua a leggere, ti daremo qualche utile consiglio da tenere a mente per una cucina veramente al top.

Parola d’ordine: colore, colore, colore!

In Europa del Nord la cucina, che spesso crea un ambiente unico col living, rappresenta il cuore caldo e conviviale della famiglia. Al contrario di quanto magari possiamo pensare noi mediterranei, per i popoli nordici il tempo passato in famiglia è molto importante. L’alta qualità della vita, inoltre, permette di avere arredamenti belli e funzionali che possono esprimere al meglio l’anima che si vuol dare alla propria casa.

Cucina in tinta pastello blu

@ Reform, Copenaghen

Con stili semplici ma eleganti, il Nord Europa ci stupisce per l’uso disinvolto del colore e degli accostamenti: blu, rosa, celeste o verde creano nuances e sfumature uniche in abbinamento con i rivestimenti: che siano piastrelle, microcemento o gres porcellanato, è indubbio che le possibilità sono pressoché infinite.

Frigorifero, tavolo, pensili e tessili: quando il colore pastello esprime vitalità

È importante l’equilibrio, non solo la scelta del colore: ecco perché la migliore soluzione è quella che non appesantisce gli spazi con volumi troppo carichi e contrasti sbagliati.

Bianco e blu, celeste e legno al naturale, rosa pallido e grigio: ogni accostamento racconta uno stile e un punto di vista unico. Ciò che bisogna sempre tenere a mente è che, come nell’arte e nell’architettura, less is more. Cioè, ridurre i complementi d’arredo all’essenziale e giocare sui volumi per mancanza invece che per abbondanza. In questo modo, cucine con metrature modeste possono coniugare stile, funzionalità e ariosità, eliminando quel senso di pesantezza e oppressione che può dare una pur splendida cucina in legno massello che però si adatterebbe meglio a contesti più rustici.

Il colore diverrà un alleato del materiale scelto e dello stile che si vuol dare al proprio nido: legno dipinto per uno stile shabby chic, laminato o laccato per uno stile moderno e minimalista. Ante a scorrimento o basculanti, cassetti senza pomelli, ogni elemento diventa funzionale per dare un’anima alla propria cucina. E senza dimenticare i tessili, dai semplici canovacci fino al tovagliato!

Un esempio mirabile che coniuga lo stile industrial con le colorazioni pastello è la progettazione di Reform, un’azienda di design danese, per una cucina a Long Beach in California. Lo stile nordeuropeo si mischia così con gli spazi tipicamente nordamericani per una soluzione realmente innovativa e chic.

Cucina a tinta pastello verde in stile industrial

Cucina a tinta pastello verde in stile industrial @ REFORM, Copenaghen

Ecco perché risulta importante saper abbinare anche i colori degli elettrodomestici: ormai il mercato offre soluzioni che sanno coniugare la migliore tecnologia di raffreddamento con uno stile vintage o estroso. Uno splendido esempio 100% made in Italy è rappresentato dai frigoriferi anni ’50 di SMEG. Non è venuta voglia anche a te di rivoluzionare la tua cucina?

Ogni cosa è colorata: anche il rubinetto!

Se è importante ricordare che uno stile veramente vincente è uno stile omogeneo e coerente, non possiamo non ricordare che Palazzani offre un’ampia gamma di rubinetti che sapranno soddisfare tanto lo stile vintage quanto quello più minimalista e moderno.

Hai scelto uno stile shabby chic, con legno dipinto e un’aura un po’ vintage? Allora non si può non prendere in considerazione il nostro famosissimo rubinetto Adams.

Rubinetto ADAMS

Rubinetto Palazzani ADAMS

Perché avere una cucina al top si può, e con Palazzani è più semplice!