Perché si suda dopo la doccia? Te lo sveliamo noi! - Palazzani rubinetterie

In estate, si sa, farsi la doccia ogni giorno è un must sia per rinfrescarsi dalla calura che per mantenere la propria igiene personale.

Tuttavia, non è infrequente che dopo la doccia si sudi, anche copiosamente. Perché? Proveremo a rispondere a questa domanda!

La sudorazione, un meccanismo fisiologico fondamentale

La sudorazione è un meccanismo fisiologico fondamentale e utilissimo degli esseri umani di termoregolazione, reso possibile da una rete di milioni di ghiandole al di sotto della nostra cute. Il nostro corpo, che ha una temperatura media di 37°C, in particolari condizioni – sforzo fisico, o elevata temperatura dell’aria, umidità e pressione – aumenta tale temperatura con conseguenze che possono essere dannose per la nostra fisiologia.

Un modo semplice e veloce per abbassare la temperatura interna è la sudorazione: l’acqua contenuta nel sudore, infatti, al contatto con l’aria evapora ed è questo processo di evaporazione a sottrarre calore al nostro corpo.

Ma in che modo l’evaporazione del sudore sulla cute aiuta il nostro corpo a raffreddarsi? Ciò avviene grazie alla circolazione sanguigna. Infatti, il sangue che scorre nei vasi capillari più vicini alla cute subisce una diminuzione di calore, che si “propaga” all’interno del corpo attraverso la circolazione.

Sudare sotto la doccia: com’è possibile?!

Ognuno di noi ha sperimentato questo fenomeno, specialmente chi fa sport: continuare a sudare mentre facciamo la doccia o subito dopo. Ma com’è possibile?

Innanzitutto, i meccanismi fisiologici non scattano come un interruttore: se la risposta a uno stimolo esterno è immediata, ci vuole un po’ perché il corpo risponda e ancor di più perché il meccanismo si fermi.

La sudorazione, che era iniziata ben prima di infilarci in doccia, non si fermerà immediatamente per questa ragione. L’uso dell’acqua calda, poi, convince i recettori che la sudorazione è ancora necessaria. Infine, dopo la doccia la temperatura e l’umidità del bagno sale e ciò induce il nostro organismo a sudare per raffreddarsi.

Dunque, cosa possiamo fare?

Ci sono alcuni accorgimenti che possiamo tenere a mente. Il primo, pur banale, è aspettare a entrare in doccia. Se infatti la nostra temperatura interna è ancora alta a causa del caldo, conviene aspettare qualche minuto spogliandoci e facendo aria sulla cute in modo da accelerare il processo di evaporazione e il conseguente raffreddamento del sangue.

Un altro accorgimento è quello di variare la temperatura sotto la doccia, abbassandola man mano, in modo da acclimatare il nostro corpo e permettere al meccanismo fisiologico della sudorazione di cessare naturalmente.

Bambino che si bagna

Dopo la doccia, è bene arieggiare il bagno in modo da abbassare la temperatura della stanza e far disperdere l’umidità in eccesso, anche per evitare la condensa. L’aria, inoltre, rinfrescherà anche noi!

Un altro accorgimento è usare un asciugamano grande o un telo per asciugarci invece dell’accappatoio. Questo, coprendo quasi tutto il nostro corpo, aumenta la sensazione di calore. È bene inoltre evitare di strofinare e preferendo invece tamponare delicatamente la pelle.

Infine, un trucchetto da tenere a mente è quello di usare per qualche minuto un asciugamano o una pezzuola bagnata nell’acqua fredda sulla nuca: essendo lì localizzati alcuni dei più importanti centri di termoregolazione, si può “ingannare” il nostro corpo e fare in modo che la sudorazione cessi.